Etichette

bambini (191) cucito (154) un po' di me (147) Riciclo creativo (119) cucina (50) Natale (44) bijux (37) lettura (18) Collaborazioni (17) punto croce (16) anti crisi (12) informazioni (11)

COLLABORAZIONI

Sei un azienda produttrice o venditrice di tessuti e altro materiale dedicato al cucito e al mondo delle creative?
contattami! Saro ben felice di provare e recensire i Vostri prodotti

mercoledì 28 marzo 2018

Cucito creativo: piccoli segnalibri

Buongiorno!
passo di corsa per mostrarvi una cosa che ho fatto da parecchio tempo.

Mi spiace se sarò veloce e poco e esaustiva ma davvero il tempo in questo periodo non mi basta mai. Ma presto ci saranno tante nuove sorprese che spero vi piaceranno.

Leggete? no? MALE! dovete cominciare assolutamente perchè con dei segnalibri così non si può fare diversamente!

Ovviamente tutti realizzati con materiale di riciclo (avanzo di pantaloni accorciati a mia figlia)





venerdì 9 marzo 2018

Strambariciclaggio! da canotta da donna a canotta da bambina

E siccome qui vige il motto NON SI BUTTA VIA NIENTE vi faccio vedere cosa ho combinato lo scorso anno.

 (si ma con calma Laura...posta sempre le cose in tempo reale mi raccomando...)

Avevo delle canottiere mie che non indossavo più, per il semplice fatto che la mia pancia ne fuorisciva allegramante mostrandosi a tutti (scostumata) e ho quindi pensato che forse era ora di BUTTARLE! poi il mio IO quelli ricicloso, quello antispreco, quello che cozza sempre con mio marito, ma di brutto è ha cominciato:

"ma cosa fai lo butti? lo hai pagato sai? soldi, quelli veri!"
" e poi il tessuto è ancora bello non si buttano le cose belle!"

Ok penso lo posso donare a qualcuno in effetti più bisognoso di me! giusto? giusto, ecco si! lo metto qui così la prima volta che mi capita lo porto nei bidoni! 

E fu così che tre mesi dopo, dopo essere rimasto li sola soletta sta povera canotta decide che era talmente stanca che tenta il suicidio e si butta dalla scatola dove l'avevo appoggiata nella mia stanza Strambadisastro...la raccolgo...era una domenica mattina e quando non ho da seguire i 300 impegni dei miei figli di solito mi dedico a cucire! l
a guardo??!!???!!!??!!!
guardo la macchina da cucire???!????!!

E succede che la mia canottiera diventa una canottiera per Alessia taglia 3/4 anni (sono previdente io...visto quanto ci metto a pensare una cosa, a farla, e a ricordami di averla fatta ho calcolato che più o meno avrebbe avuto quell'età) casualmente avevo in casa una decorazione che ci stava proprio a pennello! e così mia cara canotta vivrai con noi ancora per un po' di tempo! auguri a te!


venerdì 2 marzo 2018

Quando sarà mamma non lo farò mai!

Quante volte lo avete detto o pensato?
Questa è stata una settimana tosta in tutti i sensi, la neve, il poco sonno, le discussioni con Nicholas...siamo tutti un po' nervosi, stanchi (forse) e la neve ha esasperato un po' tutto!

Ho approfittato così del mio papà che essendo a casa in pensione ha un po' di tempo libero e l'ho mandato a prendere Nic a scuola alle 16.00 così evitavo di far prendere freddo ad Alessia e tutti i disagi che ne conseguono...al loro rientro ho rimproverato Nic per delle cose che riguardano la scuola, niente di strano le mamme rimproverano spesso direte voi...e invece no perchè l'ho fatto davanti a mio papà senza preuccuparmi minimamente di quello che Nic potesse provare in quel momento...non l'ho fatto apposta...non ci ho proprio pensato...

La sera poi nel letto Nicholas mi ha detto con le lacrime agli occhi che si è vergognato molto...moltissimo e che ha fatto una brutta figura con il nonno...e se per favore io posso rimproverarlo non davanti ad altre persone...

Ed io? io ho fatto un doppio  salto indietro nel passato...ho pensato a quante volte mi sono sentita io così...quante volte ho "odiato" mia mamma perchè mi riprendeva davanti agli altri o perchè raccontava qualcosa di me agli altri senza che io le dessi il permesso...ora capisco che non lo faceva per ferirmi che spesso noi adulti a certe cose non pensiamo più...ma allora...allora per me era un macigno enorme...e sentirmi dire queste parole da mio figlio mi ha fatto capire che forse dovevo fare un passo indietro...

Così mi sono scusata per averlo ripreso di fronte ad un'altra persona e gli ho spiegato che capivo come si sentiva.

Poi però nella mia testa per tutta la notte questa domanda mi è ronzata nella testa...

Perchè diventati grandi ci dimentichiamo di queste cose? perchè la vita da adulto ci fa sembrare tutto molto più superficiale e non ci preoccupiamo più di queste cose?

Ammetto di essermi sentita una cacchina...ma confido che da oggi in poi, almeno su questo aspetto, starò molto più attenta!

Ovviamente sono stata felicissima che il mio ometto me ne abbia parlato! perchè dimostra che il lungo lavoro sul dialogo sta dando qualche piccolo frutto!

giovedì 1 marzo 2018

Gli Strambadisastri!

Buongiorno
oggi nevica tantissimo ma io la trovata dell'anno (e l'anno è appena iniziato) l'ho fatta ieri...leggete un po' qui...

Ok oggi tocca a me... Non so se ridere o piangere... Pausa pranzo mio figlio esce alle 12,30 da scuola e rientra alle 14.00.
Come sempre abbiamo i minuti contati, oggi più del solito... dico a mio figlio, 7 anni, dai finisci di lavarti i denti, rimetti la felpa, giubbino e ti aspetto giù in garage che io intanto carico tua sorella, 2 anni e mezzo, in macchina. Lui arriva con il suo giubbino chiuso, noi andiamo a scuola...
Parcheggio di fortuna, vedo le mamme della sua classe lo lascio praticamente al volo e chiedo se possono guardare 5 minuti anche lui che ho la piccola in macchina, fa freddo ed evito di farla scendere.
Lo guardo baffi di dentifricio O_O
Akaahagagwiqwidhwuaidw
( I miei pensieri)
Cerco in borsa non trovo una cazzo di salviettina ( bambina di 2 anni ed io non ho le salviettine) trovo quelle intime... E va beh via bocca pulita!! Ciao amore ci vediamo dopo.

Mi dirigo verso la macchina soddisfatta anche oggi ce l'abbiamo fatta sante salviettine intime!

Arrigo a casa... Scarico scimmietta.... Salgo...
FELPA DI FIGLIO 1 SUL TAVOLO

O_O
ho mandato mio figlio a scuola con la maglietta bianca della salute a mezze maniche.
E al pensiero di lui che toglie il giubbino mi è scappato pure un sorriso!!
E niente anche oggi mamma dell'anno domani

E niente....cosa devo dire a mia discolpa se non che Alessia negli ultimi giorni non mi fa dormire nel modo classico ma nel modo, nuovo esperimento, ci svegliamo ad intermittenza fino alle 4.00 e poi tutti in piedi in modo definitivo!!!!!!!!!! pepepeppepeppe pepepepeppepe peppepepepeppe pepe!!!!!!!!

-__________________________________________________________________-


martedì 27 febbraio 2018

le mille sfumature di Strambamamma

Quando mi chiedono di presentarmi io faccio sempre una grande grandissima fatica...e così è stato anche ieri al corso di scrittura! perchè? a differenza di quello che si può pensare no non ho vergogna, forse una volta da ragazzina, ora no...ora è più un non riuscire a capire come far comprendere alle persone chi sono io.

Sono una persona estremamente complessa fatta di mille sfumature che spesso si confondono. A volte credo sinceramente di essere anche disturbata e di avere una doppia (o tripla) personalità. Ma in fondo le mie personalità convivono tra di loro abbastanza tranquillamente quindi un equilibro lo devo aver pure trovato, ma come farlo capire agli altri?

Ora ci provo con voi...vi metto questa foto che rappresentano i 3 cd che io ho acquistato nel 2017 (uno in realtà mi è arrivato in regalo ma lo desideravo tanto quindi è uguale)


come potrete notare sono 3 stili completamente differenti e se vogliamo dirla tutta, anche completamente opposti. L'unica cosa che li accomuna è la lingua italiana.

Ecco io sono esattamente come questi cd che vedete sopra...sono legata molto alla mia parte infantile, amo tutto ciò che me la ricorda: i cartoni animati, i giocattoli, i miei figli e i giochi che posso fare con loro...
Ma sono anche molto diligente, molto in linea con quello che "si deve fare così", molto o bianco o nero e su questo ci sto lavorando per farmi accettare un po' di grigio ma faccio veramente fatica..

E poi sono una rivoluzionaria, difficilmente sto zitta, difficilmente non dico quello che penso, difficilmente non difendo le cose giuste...ho un grande senso di giustizia dentro di me che spesso non mi fa vivere la vita con la giuste dose di menefreghismo.

Quando mi chiedono di presentarmi io penso sempre di avere 1000 cose da dire ma alla fine ne dico la metà e solo dopo mi ricordo di cosa avrei potuto dire...come al solito non ho il dono della sintesi e finisce sempre che seleziono le cose meno importanti.

Non so bene come farvi capire come sono...tutte queste sfumature vivono in me e in ogni cosa che faccio...l'essere precisa in molti aspetti ma nello stesso tempo disordinata (vi starete chiedendo come è possibile...eppure vi assicuro che per me è così), l'essere o bianco o nero e poi guardare un pezzo di carta ed immaginarlo trasformato...adorare tutto ciò che è scienza, psicologia, storia per poi perdermi nei romanzi fantasy e viaggiare con la fantasia come se fosse una delle cose più normali di sempre...

Avete capito qualcosa?

Buon pomeriggio!




venerdì 23 febbraio 2018

Piccoli momenti di vita quotidiana

Buongiorno!
non sono sparita! ma ho deciso che qui sul Blog lascerò tutte quelle cose che riguardano le mie creazioni e i pensieri...per le pubblicità, i post veloci aggiorno la pagina su Facebook che potete seguire da questo link perchè così la cosa è più immediata e qui non mi ritrovo con articoli troppo brevi per essere definiti tali!

Ma torniamo al titolo del post! di cosa vi parlo oggi? di quei momenti di vita quotidiana che spesso tutti noi diamo per scontato e che io amo immortalare con delle foto! e per questo posso solo ringraziare la nuova tecnologia che con i cellullari mi permette di poterlo fare in ogni istante (insomma anche il progresso ha i suoi lati positivi).

Il bello di fare foto alla "cazius" come dico io è che spesso escono delle cagate pazzesche ma che mi fanno rivivere quei momenti spensierati, mi fanno vedere i miei figli (perchè spesso sono loro ad essere immortalati) con degli occhi diversi...

Ad esempio questa foto...l'ho scattata prima di sgridarli e farli scendere...perchè SUL BORDO DEL DIVANO NON SI STA SEDUTI!...ora riguardandola...sinceramente? non so nemmeno perchè li ho sgridati...perchè stavano facendo i bambini? perchè stavano giocando facendo finta di essere su un cavallo?  perchè stavano usando la loro fantasia? perchè?



Perchè nella vita di tutti i giorni non riusciamo mai, o quasi, a soffermarci un attimo a guardare quello che abbiamo davanti? perchè il dovere il COSì NON SI FA prevale sempre? ovviamente non parlo di quando queste cose non si devono assolutamente fare perchè in luoghi non consoni...ma a casa propria? i miei figli stavano giocando come i bambini sanno fare...usando la loro fantasia...giocando insieme senza litigare...il pericolo non c'era il divano non è così alto e loro non più così piccoli da potersi fare male...
E allora perchè ho sentito la necessita di rompere quel momenti e farli scendere? a volte mi rendo conto che la vita di tutti i giorni, la fretta, i doveri mi fanno dimenticare la mamma che avrei voluto essere...

venerdì 26 gennaio 2018

I LOVE CACTUS

E se in famiglia hai un appassionato di cactus? e se questo appassionato ha 7 anni e vorrebbe prendere ogni cosa personalizzato con i cactus? e tu povera anima in pena ti destreggi tra Iron Man, Superman, tartarughe ninja e quando riesci a trovare qualcosa con su i cactus al massimo è un pigiamino? che succede?

Succede che prendi ago e filo, qualche scampolo di stoffa che trovi accantonata giù nella tua stanza (un pezzo di tessuto preso nell'angolo ikea occasioni e un pezzo di pantaloni di Nicholas accorciati) 
...e nasce lui! lo Strambastuccio ai cactus!